Home

Circolo A.R.S. Sestri Levante – GE.02

Alcuni OM si chiederanno come mai nella nostra città qualcuno abbia sentito la necessità di creare un Circolo Radioamatoriale facente capo a un sodalizio come la A.R.S. – Amateur Radio Society.
Le motivazioni sono diverse e riconducibili a fattori concettuali, ad alcune esperienze personali e alle conseguenti riflessioni sul panorama radiantistico italiano, locale e nazionale.
Le caratteristiche generali della ARS sono:
–  Una piccola somma come quota sociale
–  Assicurazione antenne disponibile su richiesta e a prezzo irrisorio
–  Servizio QSL disponibile su richiesta per soli 20 euro/anno
– Segreteria sempre disponibile e cortese, operante con passione.

Sono già questi degli ottimi presupposti per un’associazione trasparente, che punta in alto. Ma l’idea dei Circoli è la grande forza della ARS: realtà locali autonome al punto giusto e non soggette ai vincoli “asfissianti” di gestione, di competenze come imposti nelle altre Associazioni.
Sono delle “Unità di radiantismo” libere di essere se stesse, attive e preparate, formate da OM esperti e meno esperti (ma in crescita) in grado di dare il loro fattivo contributo allo sviluppo locale del radiantismo sano, costruttivo, aperto al futuro ma conforme e rispettoso delle sue origini.
Contatto libero e diretto tra i Circoli e il Comitato Esecutivo ARS, senza intermediari regionali, senza poltrone…
Una gestione quindi amichevole, molto radioamatoriale: è questo che ci ha convinto più di tutto a entrare nella ARS e fondare il Circolo di Sestri Levante.

In primo luogo intendiamo tranquillizzare chi si aspetta una sorta di “concorrenza” locale con le altre associazioni.
Nulla di tutto questo. Le attività radiantistiche che si intendono portare avanti, coltivare e sviluppare sul territorio come Circolo A.R.S. sono esattamente quelle che gli altri non fanno o che non fanno a certi livelli. Per cui non c’è rivalità ma, semmai, una forma di “radiantismo complementare” .
Chi verrà nel Circolo ARS lo farà infatti per trovare risposte a quelle domande che non trova altrove, in particolare sulle materie radiotelegrafia, radiotecnica, misure elettroniche, propagazione ionosferica, QRP e altro. Lo farà per accrescere il proprio sapere oppure per metterlo a disposizione degli altri.
Il Circolo sarà un polo di attrazione per le risorse umane locali più motivate in cerca di sapere, di miglioramento, di crescita.
Le esperienze personali, la preparazione tecnico-operativa, le attrezzature, gli strumenti di misura degli uni saranno a disposizione degli altri. L’obiettivo primario sarà infatti l’accrescimento del bagaglio tecnico e operativo dei propri membri.
La strada è in salita ma è percorribile, nel Circolo ARS ci sono le risorse umane in grado di poter aiutare chi desidera raggiungere questi traguardi.

Come da statuto ARS, potremmo essere chiamati a effettuare comunicazioni di emergenza; lo faremo al massimo delle nostre capacità tecniche ed operative. Ma in questo campo ci sono già delle strutture locali consolidate e non è intenzione del Circolo ARS Sestri Levante infrangere gli equilibri precostituiti.
Quello che ci interessa è riscoprire e valorizzare i principi guida del radiantismo vero, non assecondare un modo di fare radio che ci appartiene in modo occasionale e marginale.

Speriamo di aver ormai ben evidenziato le ragioni che hanno portato alla nascita del Circolo ARS Sestri Levante e gli obiettivi, più o meno ambiziosi, che ci siamo posti. Non è facile, non è semplice ma vale la pena provarci.
Saranno tutti piccoli passi verso il futuro del radiantismo ma con il cuore nel nostro passato, che non va svenduto bensì studiato, capito e tenuto sempre nella massima considerazione.
Ci auspichiamo un avvicinamento al Circolo ARS di Sestri Levante da parte degli OM locali “in cerca di casa”, che condividano quanto hanno appena letto e che vogliano quindi vivere il radiantismo con una prospettiva diversa, gratificante e in linea con i veri scopi della nostra attività.
Si può crescere (Yes, We can !) e il Circolo ARS può essere la strada giusta. Per chi vuole partecipare, le porte sono aperte…